Dal virtuale al reale, come il Metaverso sta cambiando la medicina

Immaginatevi essere catapultati in una realtà tridimensionale, dove le informazioni si manifestano intorno a voi come entità tangibili, dove la vostra identità digitale e i vostri dati personali sono parte integrante del vostro essere. 

Mentre molte persone associano il metaverso principalmente al gioco e all’intrattenimento, le tecnologie sottostanti stanno ora trovando applicazioni reali nell’assistenza sanitaria. Il metaverso è un luogo dove si possono compiere azioni quotidiane come fare acquisti, gestire transazioni finanziarie e burocratiche, e persino curarsi e farsi visitare da un medico.

Immaginate chirurghi che, anziché trovarsi in una sala operatoria tradizionale, si ritrovano a combattere cellule nemiche mentre indossano visori di realtà virtuale. In questo contesto, il Metaverso si trasforma in un terreno di allenamento e formazione. Le possibilità sono infinite: un luogo virtuale dove i medici possono simulare interventi chirurgici, inserendo i dati dei pazienti e praticando le procedure più complesse in un ambiente sicuro e controllato. 

Numerosi settori dell’assistenza sanitaria stanno già sperimentando l’impatto del Metaverso, grazie al rapido avanzamento della tecnologia e alla crescente adozione. 

Le tecnologie come la realtà estesa (AR, VR e MR), blockchain e asset virtuali, insieme ai “M-worlds”, stanno rivoluzionando il modo in cui affrontiamo le sfide nella sanità. Attualmente, l’XR è la tecnologia più utilizzata nel settore sanitario, ma nel prossimo decennio sorgeranno ospedali virtuali, saranno probabilmente possibili la navigazione sanitaria end-to-end e interventi robotici remoti.