Anche il settore automotive si apre all’AI: a bordo arriva ChatGPT

ChatGPT, il chatbot di OpenAI creato sulla base dell’intelligenza artificiale, generativa e di apprendimento automatico, arriva adesso anche a bordo delle nostre auto. Sono Volkswagen e Skoda le prime due case automobilistiche ad annunciare l’arrivo, nelle vetture, dell’integrazione di ChatGPT rispettivamente con le assistenti vocali “IDA” e “Laura”.

Nel corso del CES 2024 di Las Vegas, la fiera dell’elettronica di consumo più famosa al mondo che si è svolta nelle prime settimane di gennaio, il marchio tedesco ha presentato le prime vetture con la presenza di un chatbot pronto a rispondere alle esigenze degli automobilisti, andando oltre il semplice controllo vocale; il chatbot sarà presente nei modelli ID.7, ID.4, ID.5, ID.3 e nelle nuove Tiguan, Passat e Golf.

Novità anche in casa Skoda, dove i modelli automobilistici basati sulle piattaforme MEB GP e MQB EVO potranno accedere alla nuova funzionalità di intelligenza artificiale, correlata ai comandi vocali, entro la metà del 2024.

Alla base di queste nuove funzioni, come integrazione di ChatGPT, c’è Cerence Chat Pro sviluppato dalla multinazionale Cerence, leader nel settore tecnologico per lo sviluppo di sistemi di Intelligenza Artificiale per le auto. Le due assistenti, che si attiveranno attraverso un comando vocale, hanno il medesimo funzionamento e permetteranno al conducente di controllare l’infotainment, la navigazione, il sistema di climatizzazione e di fare domande su argomenti di cultura generale. Nessuna preoccupazione invece per la privacy, le domande rivolte alle assistenti saranno immediatamente cancellate.